Carissimi ragazzi, genitori e colleghi,
mi accingo a lasciare la direzione del nostro IC Centro Storico, dopo alcuni anni di lavoro insieme a voi. Non vi nascondo che provo sentimenti contrastanti: da un lato sono contenta di non avere più tutte le responsabilità del mio incarico (soprattutto in tempi di Covid), dall’altro sono triste perché in un certo senso vi considero la mia famiglia.
Ho cercato con tutto il mio impegno di fare sempre l’interesse degli alunni, a volte in disaccordo con i Docenti o con i Genitori, ma credo che questa sia l’essenza della professione del Dirigente Scolastico: organizzare e dirigere la scuola per offrire a tutti pari opportunità di crescita, soprattutto a quei bambini e ragazzi che hanno problemi cognitivi o sociali.
Ci siamo impegnati molto per creare innovazione ed evoluzione didattica e tecnologia, e spero di lasciare tutte le classi con una LIM o con un televisore smart touch.
Abbiamo creato dal nulla la rete per il benessere e la salute che opera sul territorio dell’ASLto5, e la rete della plusdotazione, per i ragazzi con QI elevato.
Abbiamo vinto bandi PON, bandi ERASMUS, abbiamo lavorato per aprirci all’Europa, in cui credo molto, abbiamo vinto bandi per la biblioteca, per il laboratorio video, per l’atelier creativo, abbiamo introdotto la sperimentazione Montessori, abbiamo fatto partire alla grande la Scuola Media Musicale, abbiamo mantenuto ed ampliato la collaborazione con Slow Food, ecc…
Abbiamo curato la tinteggiatura interna (un po’ a spizzichi e bocconi, visti i pochi fondi), dei vari plessi.
Abbiamo fatto formazione un po’ in tutti i campi, primi fra tutti la sicurezza ed i Bisogni Educativi Speciali.
Abbiamo affrontato il Covid, con prontezza e determinazione, governando un sistema complesso di 10 scuole diverse.
Tutto ciò non sarebbe stato possibile senza l’impegno forte e sentito di tutto il corpo Docente, dei miei collaboratori, dei referenti di plesso, dell’Animatore Digitale, dello Staff, della DSGA, della Segreteria, dei Collaboratori Scolastici, del Comune di Moncalieri, del Sindaco, degli Assessori, degli uffici Istruzione e Tecnico, della NPI, dei Servizi Sociali, ecc…
Ai Genitori dico, come sempre: abbiate fiducia nei Docenti, che cercano di fare il meglio possibile. Se vi interpellano perché notano che qualcosa non è negli standard, non rifiutate di fare ciò che deve essere fatto. Seguite sempre i vostri ragazzi, il più possibile, e sarete ripagati; spiegate loro che, oltre ai diritti, vi sono anche i doveri, e si troveranno sempre bene nella vita.
Non ho parole per dirvi quanto mi sia piaciuto dirigere una scuola nella città in cui vivo, convinta di poter far avanzare questa piccola parte di stato che mi è stata affidata.
Ho fatto alcuni errori, ne sono consapevole, ma ho sempre agito in buona fede, di questo sono convinta, e spero che sia stato evidente.
Ricordo anche le altre scuole in cui ho prestato servizio: l’IC Vinovo, l’IC III di Carmagnola, la DD Collodi di Torino, la DD IV di Nichelino, l’IC di Rivalta, l’IC Pertini di Torino, l’IC di Trofarello, l’IC Borgo San Pietro, tutti i colleghi, i Genitori con cui ho collaborato, gli alunni…
Vi lascio in ottime mani: la Dott.ssa Brotto è persona preparata, corretta e ragionevole, e sono certa che farà molto bene il suo lavoro.
Concludo con il mio consiglio classico per i Genitori: “Non preoccupatevi, sono duri i primi 25 anni, poi passa!”.
Un grosso abbraccio virtuale a tutti e a presto.
Valeria Fantino

I cookie ci aiutano a migliorare il sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network. Cliccando su Accetto, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Chiudi