A seguito delle disposizioni del Presidente della Giunta Regionale dott. Cirio, dalla ripresa della scuola le famiglie piemontesi devono misurare la temperatura prima di portare i figli a scuola, per controllare che la stessa non superi i 37,5°.

L’organizzazione interna di parecchie scuole prevede che le famiglie autocertifichino la misurazione.

In un primo tempo si era pensato di farlo con un sistema on line, ma, da prove effettuate, la procedura sarebbe complicata per alcuni, e, poiché tutti devono adempiere, si è deciso di proporre la modalità seguente: si fornirà una volta al mese uno schema con i giorni prestampati a cui il genitore dovrà solo apporre una firma che autocertificherà che la temperatura non supera i gradi prescritti.

Il bambino o ragazzo dovrà mostrarla tutti i giorni al docente e, a fine mese, la consegnerà al Docente. In tal modo rimarrà traccia del procedimento ma senza che la scuola acquisisca dati sensibili.

Si invia quindi un modello per ottobre, che si prega di stampare e fornire ai bambini tutte le mattine.

Il modello è preferibile al diario poiché potrà essere archiviato separatamente alla fine del mese.

Una seconda questione riguarda le chiamate da scuola per la rilevazione di sintomi compatibili con il COVID 19. Si ricorda che tali sintomi (febbre, raffreddore, tosse, mal di gola, disturbi intestinali, ecc…) fanno sì che la scuola sia OBBLIGATA a chiamare i genitori, che, a loro volta, sono OBBLIGATI a venire a prendere il figlio. Non si tratta di contestare i Docenti, ma di collaborare per la salvaguardia della salute di tutti. Il parere del pediatra potrà fugare ogni dubbio.

In ultimo si riassume la procedura per i certificati medici che lascia tanti dubbi:

CASO A: positivo al TAMPONE. L’alunno sta a casa fino a due tamponi di seguito negativi e rientra con certificato del medico.

CASO B: l’alunno ha sintomi sospetti ed è in attesa di tampone o sierologico. Sta a casa fino al risultato. Se negativo al sierologico ed assente da un massimo di due giorni può autocertificare per infanzia e da un massimo di quattro giorni può autocertificare per primaria e secondaria

CASO C: assente per sintomi non sospetti: autocertifica.

Si ricorda che in caso di persona positiva in casa si deve tenere a casa il bambino e contattare il medico che darà indicazioni.

Si spera di aver fugato ogni dubbio, e si ringrazia per la consueta collaborazione,

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

(Prof.ssa    Valeria M. Fantino)

rilevazione temperatura scuole IC centro storico ottobre

schema istruzioni in caso di sintomi

Allegati

I cookie ci aiutano a migliorare il sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network. Cliccando su Accetto, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Chiudi